CDC USA: Linee guida generali sulle migliori pratiche vaccinali

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano la vaccinazione di routine per prevenire 17 malattie prevenibili dai vaccini che si verificano nei neonati, bambini, adolescenti o adulti.

Questo Rapporto CDC fornisce informazioni per i medici e altri operatori sanitari sulle preoccupazioni che sorgono comunemente quando si vaccinano persone di età variabile. Fornitori di tecnologie sanitarie e pazienti devono affrontare numerosi problemi, come il calendario di somministrazione di ciascuna dose, lo screening per le eventuali controindicazioni e le relative precauzioni, il numero di vaccini da somministrare, i bisogni educativi di pazienti e del loro genitori, e l'interpretazione e la risposta a eventi avversi. Gli erogatori delle vaccinazioni dovrebbero infatti aiutare i pazienti a comprendere il corpus sostanziale di informazioni (occasionalmente conflittuali) sulle vaccinazioni e sulle modalità di vaccinazione.

Questa guida alle migliori pratiche di vaccinazione è destinata ai medici e altri operatori sanitari che vaccinano i pazienti in vari contesti, tra cui ospedali, farmacie, scuole, centri sanitari e cliniche pubbliche. Le linee guida aggiornate includono 1) nuove informazioni sulla vaccinazione simultanea ed eventuali convulsioni febbrili; 2) miglioramento della definizione di "precauzione" per includere qualsiasi condizione che possa confondere l'accuratezza diagnostica; 3) conferma che se un paziente non è gravemente malato, la vaccinazione durante il ricovero è una buona pratica; 4) caratterizzazione più descrittiva dell'allergia anafilattica; 5) incorporazione di protocolli per la gestione dell'allergia anafilattica; 6) valutazione di un percorso alternativo (sottocutaneo anziché intramuscolare) per la vaccinazione contro l'epatite A; 7) un limite di età di 12 anni fino a 17 anni per convalidare una dose di vaccino intradermico per l'influenza; 8) eliminazione di gran parte delle operazioni ridondanti: dallo stoccaggio, alla manipolazione, comprese le unità di archiviazione, il monitoraggio della temperatura e le date di scadenza (perché questo contenuto è ora codificato e continuamente aggiornato nel Vaccine Storage and Handling Toolkit del CDC, disponibile all'indirizzo www.cdc.gov/vaccines/hcp/admin/storage/toolkit/index.html ); 9) incorporazione di linee guida di Infectious Diseases Society of America sulla vaccinazione di persone con immunocompetenza alterata; 10) tempistica della somministrazione intramuscolare in pazienti con disturbi emorragici; 11) dati aggiornati sulla politica di registrazione delle vaccinazioni; 12) impatti aggiuntivi della legge Affordable Care (1,2) sulla vaccinazione per adulti; e 13) informazioni di contatto programmatiche aggiornate sul materiale di partenza per le informazioni generali relative al vaccino.

Infine, questo Rapporto aiuterà i fornitori di vaccini a valutare i benefici e i rischi del vaccino, ad usare le pratiche di somministrazione raccomandate, a capire le strategie più efficaci per assicurare che la copertura vaccinale nella popolazione rimanga elevata e comunichi l'importanza della vaccinazione per ridurre gli effetti delle malattie prevenibili con la vaccinazione. Queste linee guida sulle migliori pratiche sono, evidentemente, destinate all'uso negli Stati Uniti: la disponibilità, l'uso e le circostanze epidemiologiche dell'uso dei vaccini potrebbero differire in altri paesi e potrebbero di conseguenza richiedere orientamenti diversi.

» General Best Practice Guidelines for Immunization

notizia pubblicata il 26 Marzo 2019