Colesterolo: le nuove linee guida per la prevenzione di eventi ASCVD

Le linee guida dell'American College of Cardiology / American Heart Association del 2013 per il trattamento del colesterolo nel sangue hanno trovato poche prove a supporto dell'uso di farmaci che non erano in grado di modificare i lipidi per ridurre gli eventi cardiovascolari aterosclerotici (ASCVD).

Dalla pubblicazione di quelle linee guida, sono stati pubblicati numerosi studi randomizzati controllati che valutano farmaci che modificano i lipidi non-statinici.

In questo lavoro è stata eseguita una revisione sistematica per valutare l'entità dei benefici e/o dei danni derivanti da ulteriori terapie che modificano i lipidi rispetto alle statine da sole nei soggetti con ASCVD noto o ad alto rischio di ASCVD.

Sono stati inclusi dati da studi randomizzati controllati con un campione di > 1.000 pazienti e progettati per follow-up > 1 anno. Contestualmente è stata eseguita una ricerca bibliografica completa e identificato 10 studi randomizzati controllati per una revisione intensiva, compresi studi che valutavano ezetimibe, niacina, inibitori della Proteina di trasferimento degli esteri del colesterolo (CETP) e inibitori di PCSK9.

L'outcome primario, specificato in precedenza, per questa revisione era un mix di eventi cardiovascolari fatali, infarto miocardico non fatale e ictus non fatale.

Per saperne di più:

» www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0735109718390351?via%3Dihub

» www.acc.org/guidelines/hubs/blood-cholesterol

» www.acc.org/latest-in-cardiology/articles/2018/11/07/15/19/sat-3pm-odyssey-outcomes-economics-study-aha-2018

» Elsvier Atherosclerosis: "Lipid management in ACS: Should we go lower faster?"

notizia pubblicata il 18 Dicembre 2018